Top

Nello scrivere questo articolo la prima cosa che ci viene da pensare è che, come sempre, la Romagna non delude! In realtà il borgo di Gradara si trova all’inizio delle Marche, nella provincia di Pesaro e Urbino, ma l’anima è quella calorosa della riviera, dell’accoglienza turistica attenta e alla mano, del buon cibo e del buon vino.

Un weekend in questa zona fuori stagione è una perfetta soluzione per visitare alcune mete meno conosciute, per godersi il fascino del mare in inverno ed esplorare un entroterra ricco di luoghi caratteristici tutti da scoprire.

Le nostre tappe sono state Cattolica, Gradara e San Giovanni in Marignano.

Le mura del borgo di Gradara

Cattolica

Il lungomare

Cattolica - Il mare d'inverno

Una volta arrivati a Cattolica vale sicuramente la pena fare una passeggiata sulla spiaggia.

In bassa stagione si trova facilmente parcheggio nelle strade limitrofe al lungomare pedonale, probabilmente in alta stagione conviene fermarsi in un parcheggio più lontano dal mare.

Per chi come noi abita lontano dal mare, una camminata sulla sabbia è così rigenerante da farci sentire subito in vacanza, anche se non siamo in estate e non si può fare il bagno!

l'acquario

L’Acquario di Cattolica è sicuramente più piccolo quello di Genova, che abbiamo visitato qualche anno fa, ma proprio per le sue dimensioni ridotte è forse più adatto ai bambini, soprattutto più piccoli.

I pinguini all'acquario di Cattolica
Ammirare i coralli nell'acquario di Cattolica con i bambini
pesciolini all'acquario di Cattolica

All’interno l’Acquario di Cattolica si sviluppa in percorsi:

  • Il percorso Verde offre la splendida occasione di conoscere da vicino alcuni animali di terra, tra cui insetti, anfibi, serpenti, camaleonti, iguane e gechi. Un mondo davvero affascinante!
  • Seguendo il percorso Giallo possiamo incontrare il caimano nano dell’Amazzonia e le lontre dei torrenti orientali.
  • Nel percorso Viola non si fa la conoscenza di animali in carne ed ossa ma si può certamente fare un’esperienza affascinante grazie a mostre didattiche e divulgative.
  • Il percorso Blu permette di andare alla scoperta dei misteri dei fondali marini di tutto il mondo, dal Mar Mediterraneo all’Oceano Atlantico, il Pacifico e l’Indiano fino a giungere alla coloratissima barriera corallina del Mar Rosso, popolata di organismi variopinti e meravigliosi. E’ un’esperienza unica anche perché si possono osservare, a distanza di pochi centimetri, animali che solo esperti subacquei hanno la possibilità di vedere, come le spugne e i coralli, o gli esotici organismi di ogni misura che incuriosiscono grandi e bambini. Una bellissima sezione è dedicata ai grandi squali. L’Acquario di Cattolica offre la meravigliosa opportunità di vedere le meduse, i cavallucci, le stelle marine, i pinguini, i pesci e molto altro: un’esperienza unica!!
Gli squali all'acquario di Cattolica

Quando andare: L’Acquario di Cattolica è aperto quasi tutti i giorni da aprile a settembre ( consultate il calendario qui) mentre d’inverno è aperto solo la domenica e il ristorante è chiuso.

Prezzi: Intero da €17,50 (alta stagione € 23,00), ridotto (da 100cm a 140 di altezza) da € 18,00 (alta stagione € 19,00), bambini fino a 100 cm gratis. Il secondo giorno si accede con un biglietto da €5.

dove mangiare a Cattolica

Abbiamo pranzato sulla spiaggia dopo una bella passeggiata. Ci siamo trovati molto bene al Bar Lamparino, mangiando piade e altre cosine sfiziose. Prezzi da locale sul mare ma perfetto proprio perché sulla sabbia!

come raggiungere Cattolica

Cattolica è facilmente raggiungibile in treno (stazione FS di Cattolica) e in auto dall’autostrada A14, uscita al casello di Cattolica.

Gradara

Famosa come ambientazione della tragica storia d’amore di Paolo e Francesca citata da Dante nella Divina Commedia, Gradara incorona una piccola collina che apre splendide viste panoramiche sul mare Adriatico.

Inserita tra i borghi più belli d’Italia, questo paese è effettivamente molto piacevole da esplorare, anche in periodi come quello in cui siamo stati noi, pieno di turisti grandi e piccoli!

cosa vedere a Gradara

Halloween a Gradara con i bambini

Siamo stati a Gradara durante il ponte dell’1 novembre e la Pro Loco, come in molte altre occasioni, aveva allestito in tutto il borgo a tema Halloween, con itinerari animati, spettacoli e un piccolo mercatino. 

Esperienze simili si ripetono durante le feste di Natale, in estate e in occasione di San Valentino. Nonostante la massiccia quantità di gente che abbiamo incontrato, il paese è piacevole da girare e le opportunità per le famiglie sono molte.

Il Castello

Gradara. Il castello visto dalle mura
Gradara. I camminamenti sulle mura di cinta
Il fossato del castello di Gradara

Con un maestoso castello che nel corso dei secoli ha ospitato alcune delle famiglie nobili più famose d’Italia, Gradara è un piacere da esplorare. Soprattutto se avete sempre desiderato ritrovarvi in un’ambientazione medievale da favola.

Vi consigliamo di visitare il Castello con una guida che ve ne racconterà la storia, gli intrighi e vi svelerà alcuni segreti dei personaggi che lo hanno abitato.

Il tour del castello inizia dall’incredibile ponte levatoio, che porta al cortile principale. Qui si inizia a viaggiare nel tempo attraverso ambienti straordinari e perfettamente conservati, che ci offrono un viaggio magico e poetico attraverso quasi mille anni di storia italiana. Al primo piano possiamo visitare la Camera delle Torture, la Sala della Passione, al camerino di Lucrezia Borgia, alla Cappella e molti altri. L’area più visitata qui è ovviamente la camera da letto di Francesca, ricostruita durante il restauro del castello negli anni ’20. Lì troverete tutti i dettagli raccontati da Dante e Boccaccio: il libro “galeotto”, le sedie dove sedevano i due amanti e la botola da cui Paolo tentò di scappare. È davvero una visita molto interessante! Vi consigliamo di informarvi sulla possibilità di una visita guidata adatta ai bambini: quella “standard” per noi è stata un po’ lunga.

Biglietto d’ingresso alla Rocca di Gradara: intero (da 25 anni): € 8,00; ridotto (18-24 anni) € 2,00;  ingresso gratuito fino ai 17 anni e per gli insegnanti dotati di documenti del MIUR.

Orari della Rocca di Gradara: da martedì a domenica dalle 09:30 alle 19:00 (chiusura biglietteria 18:15), lunedì dalle 09:30 alle 14:00 (chiusura biglietteria 13:15).

I camminamenti di ronda

Costruito su un colle solcato da grotte di tufo e cunicoli, il borgo è fortificato da due cerchie di mura difensive. Il primo tratto di questa cinta muraria (circa 300 metri) è percorribile a piedi in circa 10-15 minuti e permette di ammirare non solo il panorama circostante che mostra l’entroterra marchigiano fino a scorgere il mare, ma anche tutto il borgo dall’alto 

 

Biglietti: Intro € 3.00 (dai 18 anni), ridotto € 1.50 (dai 10 ai 17 anni), Gratuito (minori di 10 anni). 

Giorni e orari di apertura: da lunedì alla domenica dalle 9.00 alle 19.00 (chiusura biglietteria 18.45). 

dove mangiare a Gradara

Sicuramente il centro di Gradara è molto turistico e così sono anche i diversi ristoranti. Noi abbiamo optato per il “Convivio Bistrot”, locale informale in cui mangiare taglieri, piade e cresce. A noi è piaciuto.

Per acquistare alcune prelibatezze della zona da portare a casa ci siamo fermati al “GustaRè” sulla strada principale del borgo. Prezzi turistici ma la qualità è ottima.

come raggiungere Gradara

A Gradara si arriva agevolmente in auto dall’ uscita dell’autostrada A14 Cattolica (per chi proviene da nord) prendendo poi la SS 16 direzione Pesaro e seguendo le indicazioni per Gradara. Per chi proviene da sud l’uscita dell’autostrada A14 è quella di Pesaro proseguendo poi sulla SS 16 direzione Rimini e una volta arrivati a Colombarone seguendo le indicazioni per Gradara.

In autobus da Pesaro – Gabicce – Cattolica; linea 130 Pesaro-Gabicce-Cattolica-Gradara, linea 131 Gradara-Cattolica-Gabicce-Pesaro.

In treno le stazioni ferroviarie più vicine sono quelle di Cattolica, S. Giovanni, Gabicce.
Da Cattolica FFSS prendere autobus Adriabus linea 130 per Gradara (linea Pesaro-Gabicce-Cattolica-Gradara), dalla stazione di Pesaro sempre collegamento autobus Adriabus n.130 per Gradara.

Quando andare

Se amate i laboratori per bambini, gli spettacoli e le animazioni, vi consigliamo di visitare Gradara in occasione di uno dei tanti eventi che vengono organizzati dalla Pro Loco e che si tengono più volte al mese e che animano il borgo (consultate il sito https://www.gradara.org/eventi-gradara/ per rimanere aggiornati).

In generale, la zona si presta ad essere visitata in tutte le stagioni, secondo noi meglio in primavera e in autunno.

San Giovanni in Marignano

San giovanni in Marignano

cosa vedere a San Giovanni in Marignano

San Giovanni in Marignano è un piccolo borgo che sorge tra la riviera romagnola e le colline, lontano dal turismo di massa ma che merita una visita.

Vale sicuramente una visita Via XX Settembre, la strada principale del borgo con i suoi edifici risalenti al XVIII e XIX sec. accedendovi dalla Torre quattrocentesca. In passato era soprannominata “il granaio malatestiano”, infatti sotto la famiglia Malatesta nel paese era presente un enorme deposito di grano, tra le maggiori risorse economiche dei signori di Rimini.

Ancora oggi sulla via principale si possono scorgere tra i ciottoli della pavimentazione degli inserti numerati dalla forma circolare che indicano le fosse granaie in cui i Malatesta mettevano al sicuro le loro riserve.

Il borgo è protetto da delle mura ed è molto piacevole passeggiare tra le stradine del centro storico, tutte molto interessanti, e intorno alle mura. Il paesino è molto semplice ma carino.

A fine giugno a San Giovanni in Marignano si tiene la notte delle streghe, una manifestazione culturale con spettacoli, mostre, mercatini e allestimenti in tutto il paese.

dove mangiare a San Giovanni in Marignano

Noi abbiamo mangiato al ristorante “Il granaio”. Lo consigliamo, i piatti erano tutti ottimi, il ristorante è molto curato, il servizio perfetto. Prezzi un po’ più alti della media ma ne vale la pena.

Dove fare un aperitivo a San Giovanni in Marignano

Ci siamo fermati al Caffè Centrale per un aperitivo, in piazza Silvagni, davanti alla Torre Civica. Bel locale, servizio attento e gentile, prezzi giusti. Consigliato!

Dove alloggiare a San Giovanni in Marignano

Abbiamo alloggiato in un appartamento trovato su airbnb (link).
La casa si trova in campagna con vista sui campi da golf ma facilmente raggiungibile in auto, perfetta per 4-6 persone (noi eravamo due famiglie e siamo stati benissimo). Il contesto bucolico è perfetto per una vacanza!

come raggiungere San Giovanni in Marignano

San Giovanni in Marignano dista circa 6 km da Gradara, un percorso di circa 10 minuti in auto.

Anche da Cattolica la distanza è molto breve, circa 4,5 km e meno di 10 minuti di macchina seguendo la SP 121.

5

Comments:

  • 10 Gennaio 2023

    una zona bellissima quella tra Romagna e Marche dove torno sempre volentieri soprattutto al Castello di Gradara con la storia tragica e romantica dell’amore di Paolo e Francesca

    reply...
    • Valentina

      11 Gennaio 2023

      Hai ragione, anch’io non vedo già l’ora di tornarci! Una zona speciale!

      reply...
  • 10 Gennaio 2023

    Mi piacerebbe moltissimo organizzare un week end in questa zona, soprattutto mi piacerebbe visitare Gradara, di cui ho sentito tanto parlare. Tutti mi dicono che il castello merita una visita!

    reply...
    • Valentina

      11 Gennaio 2023

      Assolutamente, merita davvero. Ti consiglio una visita guidata per scoprirne tutti i segreti!

      reply...
  • 10 Gennaio 2023

    Mi piace questo weekend fuori porta vicino a casa, me lo salvo e lo organizzo anch’io!

    reply...
    • Valentina

      11 Gennaio 2023

      Ci sono tante mete da visitare, si mangia e si beve bene e l’accoglienza romagnola è imbattibile! Secondo noi è un perfetto weekend fuori porta!

      reply...
  • 11 Gennaio 2023

    Ma sai che non ho mai visitato queste zone? Sicuramente da farlo prima o poi… l’Italia ha posti così belli! È che mi sembrano proprio lontani da me!

    reply...
  • 11 Gennaio 2023

    Sono stata in Romagna l’ultima volta prima della pandemia e ho voluto scoprirne l’entroterra: da Santarcangelo di Romagna a San Leo, da Verucchio a Gradara, ho amato tutta questa zona così ricca di monumenti e interessantissima dal punto di vista storico! Poi ho passato la mia intera infanzia a Bellaria e a Cattolica, quanti ricordi di estati spensierate e caldissime!

    reply...
  • 12 Gennaio 2023

    Sono tre tappe che visiterei molto volentieri, soprattutto Gradara e il suo castello. Inoltre non sapevo che a Cattolica ci fosse l’acquario, è stata una bella scoperta. Grazie per questo articolo!

    reply...
  • 12 Gennaio 2023

    Che bella Gradara, ci siamo passati diversi anni fa andando in auto verso la Puglia, fu una sopresa, cercavamo un posto dove fermarci un attimo lungo la strada ed è finito che ci abbiamo passato ben più di un attimo! 🙂 E’ una bellissima zona, da rivedere con calma

    reply...
  • 12 Gennaio 2023

    Da molto desidero visitare il Castello di Gradara, anche per fare la bellissima passeggiata sulla cinta muraria. Non conosco invece San Giovanni in Marignano. Si possono visitare entrambi in una gionata?

    reply...
    • Valentina

      19 Gennaio 2023

      Certo, sono vicinissimi ed entrambi non particolarmente grandi.

      reply...
  • 13 Gennaio 2023

    Ma dai sei venuta a casa mia! Sono di Cattolica e mi piace sempre leggere le impressioni dei turisti e dei viaggiatori che passano per queste nostre terre di Romagna. Bello l’articolo, grazie delle belle foto soprattutto della splendida Gradara.

    reply...
    • Valentina

      19 Gennaio 2023

      Ci è piaciuto moltissimo, è una zona in cui sicuramente torneremo! Che bello vivere al mare…

      reply...
  • 24 Gennaio 2023

    Delle località da te selezionate abbiamo avuto modo di visitare solo Gradara, tra l’altro a San Valentino. L’ho trovata la meta perfetta per chi cerca un pò di romanticismo lontano dal caos. Tra l’altro abbiamo mangiato sempre benissimo in tutti i ristoranti visitati. Speri un giorno di visitare anche i dintorni.

    reply...
    • Valentina

      24 Gennaio 2023

      Che bello dev’essere a San Valentino!

      reply...

post a comment