Top

Una delle tappe più spettacolari del nostro viaggio in Sri Lanka è sicuramente quella che ci ha portati da Kandy a Polonnaruwa, passando da Dambulla e Sigiriya e facendo delle soste per esplorare alcuni bellissimi templi buddhisti e induisti. Siamo nel pieno “triangolo culturale” come viene definita la zona centro-settentrionale dello Sri Lanka in cui sono concentrati i maggiori siti archeologici. Ecco alcuni consigli su cosa proprio non dovete perdervi.

SRI LANKA. UN ISOLA PERFETTA PER UN VIAGGIO IN FAMIGLIA

Lungo il tragitto da Ella a Dambulla ci siamo fermati a:

Nel triangolo culturale invece abbiamo visitato:

Tempio induista Arulmihu Sri Muthumariamman Thevasrhanam (Matale)

Tempio induista arumihu - sri lanka

Il tempio di Sri Muthumariamman o Sri Muthumariamman Kovil (singalese: මුතුමාරිඅම්මාන් කෝවිල, මාතලේ; Tamil: முத்த ு மாரியம்மன் கோவில்) è un famoso santuario indù situato nel centro della città di Matale ed è uno dei templi induisti più importanti dell’isola.

Il tempio è famoso sia tra gli indù che tra i buddisti della zona. La dea indù della pioggia e della fertilità, Muthumari Amman, è venerata qui dagli indù mentre i buddisti venerano questo tempio come luogo dedicato alla dea Pattini, divinità protettrice della fertilità e della salute.

La storia del tempio Sri Muthumariamman può essere fatta risalire al XIX secolo. Si dice che sia stato fondato durante il periodo Kandyan da un devoto di nome Karuppannar. Tuttavia, il santuario nel sito attuale fu costruito come un vero e proprio tempio indù durante il quinto decennio del XX secolo da Suppiah Pillai.

Tempio induista arumihu - sri lanka
Tempio induista arumihu - sri lanka
Tempio induista arumihu - sri lanka

Ciò che colpisce maggiormente è l’esterno con il variopinto “gopuram” alto 55 metri, ornato da 1008 statue di divinità induiste. Vale sicuramente la pena fermarsi per ammirarlo, sia dentro che fuori.

Prezzi: Adulti 500 rupie, per i bambini è gratuito.

Rock Cave Temple Aluviharaya

Rock Cave Temple Aluviharaya

Nonostante non avessimo inserito questo sito tra le tappe del nostro percorso, ci siamo fidati del driver che abbiamo trovato tramite PickMe e ci siamo fermati in questo bellissimo luogo. E’ molto meno turistico di tante altre mete, infatti noi abbiamo incontrato solo alcuni pellegrini, e anche per questo motivo abbiamo trovato l’atmosfera che cerchiamo in questo tipo di viaggio, mistica e piena di pace.

Il Tempio delle Grotte di Aluvihara, noto semplicemente come Aluvihara, è un significativo monastero buddista e complesso di grotte situato a Matale. Ha un’importanza storica nel contesto del buddismo nel paese.

Rock Cave Temple Aluviharaya
Rock Cave Temple Aluviharaya
Rock Cave Temple Aluviharaya

Le grotte di Aluvihara hanno svolto un ruolo cruciale nella conservazione degli scritti buddisti durante l’antichità. Secondo resoconti storici, nel I secolo a.C. i monaci buddisti ad Aluvihara hanno avuto un ruolo fondamentale nella trascrizione del Tipitaka (il Canone Pali), gli scritti sacri del buddismo Theravada, su foglie di ola. Questo sforzo è stato intrapreso per preservare gli insegnamenti del Buddha

Le grotte presentano anche affreschi e sculture antiche che raffigurano vari aspetti della storia e della mitologia buddista. Aluvihara rimane un importante sito di pellegrinaggio e un simbolo del ricco patrimonio buddista dello Sri Lanka. I visitatori possono esplorare il complesso delle grotte, ammirare le antiche opere d’arte e ottenere approfondimenti sulla storia culturale e religiosa dello Sri Lanka.

Prezzi: Adulti: 300 rupie, per i bambini è gratuito.

Nalanda Gedige

Nalanda gedige
Nalanda gedige
Nalanda gedige

Lontano dai percorsi più battuti, questo antico tempio risale a un periodo compreso tra il VII e l’VIII secolo d.C., testimoniando la ricchezza culturale e religiosa dell’epoca. L’architettura di Nalanda Gedige riflette una fusione unica di stili, combinando elementi indiani, buddisti e induisti. Ciò testimonia l’importante ruolo che il sito ha svolto come punto di incontro di diverse tradizioni spirituali. Uno degli aspetti più intriganti di questo luogo è la sua struttura a pianta cruciforme, unica nella sua concezione, che testimonia la creatività e l’innovazione degli antichi costruttori. Inoltre, il sito mostra segni di influssi dell’arte dravidiana, aggiungendo ulteriore complessità alla sua storia. Nalanda Gedige è un luogo di grande significato storico e archeologico, offrendo ai visitatori un’opportunità unica di esplorare la diversità culturale e religiosa che ha plasmato la regione nel corso dei secoli.

A noi è piaciuto tanto anche perché non abbiamo incontrato nessuno durante la nostra visita e, pur essendo un sito piccolo, abbiamo potuto esplorarlo con molta calma.

Si trova tra Matale e Dambulla e l’ingresso è gratuito.

Sri Lanka triangolo culturale

Il “triangolo culturale” vanta un’ampia concentrazione di siti archeologici, molti templi buddisti, sculture, antichi monasteri e stupa. Queste a seguire sono i punti di interesse del triangolo culturale che, oltre essere i più visitati, sono anche effettivamente imperdibili

Dambulla

Dambulla - Sri lanka

La tappa a Dambulla è stata sicuramente una delle nostre preferite. Nonostante la salita faticosa (vi consigliamo di andarci la mattina presto per evitare di sciogliervi sotto il sole di mezzogiorno, come invece è toccato fare a noi…), una volta arrivati alle grotte capirete che ne è davvero valsa la pena.

Questo sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO attrae visitatori da tutto il mondo con le sue cinque grotte ornate da antiche pitture murali e una straordinaria collezione di statue buddiste. Ogni grotta è un santuario a sè, decorato con affreschi e statuette che narrano storie legate alla vita di Buddha e al buddhismo. La Grotta dei Re è la più grande e impressionante delle cinque, ospitando più di 50 statue di Buddha, tra cui una statua distesa lunga 15 metri, rappresentante il Buddha morente. La Grotta dei Grandi Re è un’altra grotta notevole, caratterizzata da una grande statua di Buddha seduto e da una serie di dipinti che illustrano eventi della vita di Siddhartha Gautama.

Dambulla - Sri lanka
Dambulla - Sri lanka

Ciascuna grotta offre un’esperienza unica, con interni oscuri illuminati da lampade a olio, creando un’atmosfera sacra e mistica. I visitatori possono esplorare questi antichi santuari, ammirando le opere d’arte sacra e immergendosi nella spiritualità del luogo. Le Grotte di Dambulla sono una tappa imperdibile per chi visita lo Sri Lanka, offrendo un’immersione nella ricca storia religiosa e artistica del paese.

Vi consigliamo di portare con voi dell’acqua per affrontare la salita. Inoltre è importante fare silenzio, le grotte sono luoghi sacri per cui portare rispetto (a noi è toccata una famiglia giapponese molto ma molto rumorosa, ahimè).

Dambulla è un luogo indimenticabile, da includere assolutamente tra le tappe di questo viaggio!

Prezzi: Adulti 2000 rupie, bambini 1000 rupie.

Polonnaruwa

Polonnaruwa è un affascinante sito archeologico situato nel cuore del paese. Fondata nel X secolo, questa antica città fu la seconda capitale medievale dello Sri Lanka dopo Anuradhapura. Ospita un ricco patrimonio culturale e per questo motivo Polonnaruwa è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1982. Il suo parco archeologico è un tesoro di monumenti ben conservati, che include il maestoso Palazzo Reale, il suggestivo Quadrilatero, il magnifico Tempio di Shiva e il celebre Gal Vihara con le sue impressionanti statue di Buddha scolpite nella roccia. La città offre un viaggio indietro nel tempo, dando ai visitatori l’opportunità di immergersi nella grandezza di un’epoca passata. Ogni pietra racconta storie di re e regine, di devozione religiosa e di straordinarie realizzazioni artistiche. Attraverso le sue rovine maestose, Polonnaruwa continua a ispirare il rispetto per la ricca eredità culturale dello Sri Lanka, attirando visitatori da tutto il mondo desiderosi di esplorare la sua bellezza intramontabile.

Cose da sapere ASSOLUTAMENTE prima di visitare Polonnaruwa

  1. A Polonnaruwa dopo le 11.00 fa un caldo esagerato. Se potete arrivate all’apertura per evitare di affrontare il sole cocente.
  2. Portate ASSOLUTAMENTE dei calzini. Nella maggior parte dei siti bisogna togliere le scarpe e le pietre su cui dovrete camminare saranno roventi a causa del sole bollente. Noi ne avevamo solo un paio in 3 e ci siamo davvero scottati.
  3. Portate qualcosa per coprire la testa, il sole picchia!
  4. Portatevi tanta acqua, ma tanta. Idratatevi spesso anche con acqua di cocco e ghiaccioli che troverete vicino ai principali siti archeologici.

I nostri siti preferiti:

Vatadage

L’attrazione principale è senza dubbio il Vatadage, un reliquiario circolare a due livelli unico nello Sri Lanka. È uno degli edifici più impressionanti con intagli e dettagli ben conservati. Il Vatadage ha quattro ingressi che conducono al dagoba centrale posizionato nel cuore della struttura. Quattro Buddha circondano il dagoba, ciascuno rivolto verso le direzioni cardinali. I devoti locali girano sempre attorno a un monumento sacro o dagoba in senso orario per pregare. La leggenda dice che il Vatadage un tempo ospitasse la reliquia del sacro dente di Buddha, quella che ora è conservata a Kandy.

Lankatilaka

Con le sue mura alte 17 metri, il tempio Lankatilaka è uno spettacolo impressionante da vedere. Il corridoio simile a una cattedrale conduce alla fine ad un Buddha in piedi alto 14 metri, fatto di mattoni. Purtroppo la testa della statua e il tetto sono crollati un paio di secoli fa. Tuttavia la struttura è assolutamente mozzafiato dentro e fuori. Assicuratevi di fare una passeggiata e di prestare attenzione alle bellissime incisioni sulle pareti esterne.

Gal Vihara

Uno dei siti più noti a Polonnaruwa, il Gal Vihara ospita quattro statue di Buddha tutte scolpite in un’unica grande lastra di granito. La statua più grande è una figura sdraiata lunga 14 metri. Questi capolavori sono in ottime condizioni e sono il miglior esempio del culmine dell’incisione rupestre singalese.

Biglietto d’ingresso al museo archeologico

L’avventura inizia al museo archeologico dove si acquista il biglietto per l’antica città. Attenzione perché il museo è l’unico posto dove è possibile comprare un biglietto d’ingresso valido.

Prima di uscire dal museo, vi consigliamo di fare un giro al suo interno. Le ricostruzioni in miniatura delle rovine che mostrano come appariva la città sono molto interessanti anche per i bambini e il museo offre nel suo complesso una bella introduzione ai siti. Si può passeggiare anche rapidamente soffermandosi solo su ciò che attira la curiosità dei grandi o dei bambini.

Come esplorare Polonnaruwa

Esistono diversi modi per esplorare l’antica città di Polonnaruwa: a piedi, in bicicletta, in tuk-tuk o in auto.

A piedi: La prima opzione, esplorare il sito a piedi, non dovreste nemmeno prenderla in considerazione. Il clima diventa molto caldo e la zona è abbastanza estesa. Ci vorrebbe molto tempo per vedere tutto e con i bambini non è davvero fattibile.

In bicicletta: Un modo semplice e divertente per scoprire le rovine è in bicicletta. Secondo noi anche questa opzioni per le famiglie con bambini è rischiosa. Certo, potrete vedere più parti dell’antica città a un ritmo più veloce ma quando il caldo si fa insopportabile anche muoversi in bici può diventare troppo impegnativo. Ad ogni modo, se decidete di lanciarvi in quest’avventura, molti hotel a Polonnaruwa offrono il servizio extra di noleggio biciclette, altrimenti ce ne sono diversi vicino all’ingresso e alla fermata dell’autobus.

In tuk-tuk: l’opzione che abbiamo ritenuto più comoda è quella del tuk-tuk. Potete noleggiarne uno direttamente a Polonnaruwa, oppure partire con quello con cui si arriva se si soggiorna in un’altra città (noi siamo arrivati da Sigiriya).

In macchina: abbiamo visto alcuni grandi gruppi esplorare le rovine in macchina o in autobus turistico. Potete trovare molti tour che partono da altre città come Dambulla o Kandy per una giornata al parco archeologico. Questa è un’opzione comoda e dotata di aria condizionata, ma probabilmente un po’ più costosa e poco adatta ai ritmi dei bambini.

 

Prezzi: Adulti 25 dollari, bambini 12,50 dollari.

Orari: dalle 7.00 alle 17.30.

Sigirya

Lion rock - sigiria

Quello di Sigiriya è un sito storico e archeologico straordinario, patrimonio dell’UNESCO, noto anche come Lion’s Rock. Questa imponente formazione rocciosa, alta circa 200 metri, è stata utilizzata come roccaforte reale e complesso residenziale durante il V secolo d.C. dal re Kashyapa che trasformò Sigiriya in una cittadella fortificata, costruendo il suo palazzo in cima alla roccia.

La salita, nonostante l’imponenza della roccia, non è faticosa come sembra, potete fare qualche sosta intermedia, ma attenzione se soffrite di vertigini. In alcuni punti guardare verso il basso non è affatto rassicurante. Il segreto è guardare sempre verso l’alto e seguire con lo sguardo il flusso di persone che salgono le scale.

Sigirya - Sri Lanka
Sigirya - Sri Lanka
Sigirya - Sri Lanka

Il punto focalizzante di Sigiriya è l’accesso alla cima attraverso una scalinata costruita tra le zampe di pietra di un leone, da cui deriva il nome “Roccia del Leone”. Purtroppo, gran parte della statua a forma di leone è andata persa nel corso del tempo, ma le sue zampe giganti rimangono una testimonianza della grandezza originale. Una volta raggiunta la sommità, i visitatori sono ricompensati con una vista panoramica spettacolare sulla campagna circostante. In cima, oltre al panorama, si possono apprezzare i resti di ciò che poteva esserci un tempo che fosse un palazzo reale o un tempio di monaci (come alcuni studiosi affermano).

l complesso di Sigiriya include anche degli affreschi dipinti su pareti verticali sotto una sporgenza rocciosa. Queste opere d’arte risalgono al V secolo d.C. e rappresentano donne celestiali. Anche in questo caso lo strapiombo potrebbe sollevare qualche dubbio nei meno impavidi ma vale sicuramente la pena dare un’occhiata a queste meravigliose opere d’arte.

Prezzi: Adulti 30 dollari, bambini 15 dollari.

Orari: dalle 6.30 alle 17.30.

Dove mangiare:

Noi vi consigliamo Big Bites, trovate altre info a questo link 

Sigirya - Sri Lanka

Lion’s Rock o Pidurangala?

Avendo poco tempo, prendere una decisione su cosa visitare non è facile. Siamo arrivati in Sri Lanka convinti che saremmo saliti solo sulla Lion’s Rock ma una volta arrivati a Sigiriya ci siamo informati e anche l’escursione a Pidurangala ci ha fatto davvero gola.

Pidurangala è una collina rocciosa situata nelle vicinanze di Sigiriya, nello Sri Lanka, ed è famosa per la sua vista panoramica spettacolare sull’area circostante, inclusa la vicina Lion’s Rock.

La salita a Pidurangala coinvolge un sentiero che attraversa ambienti naturali e affioramenti rocciosi, culminando con una scalinata finale per raggiungere la cima. Una volta lassù, i visitatori sono ricompensati con una vista mozzafiato sulla Lion’s Rock, i dintorni verdi e l’orizzonte lontano. È anche un ottimo punto per osservare il sorgere e il tramonto, infatti questa escursione è particolarmente popolare tra i turisti.

Pidurangala è anche nota per il suo antico tempio rupestre situato sulla sua sommità.

La combinazione di avventura, storia e paesaggi ci ha davvero fatto tentennare fino all’ultimo ma poi ci siamo affidati al consiglio del fantastico proprietario del ristorantino “Big bites”, sulla strada per Sigiriya. Una sera abbiamo chiacchierato a lungo con lui e nonostante anche lui ammettesse che Pidurangala è bellissima, la sua opinione era che dovendo scegliere…Lion’s Rock tutta la vita. E così è stato!

Non ce ne siamo pentiti, abbiamo lasciato indietro Pidurangala anche per avere una buona scusa per tornare in Sri Lanka!

Fanno parte dello stesso viaggio

Nine arch Bridge - Sri Lanka

SRI LANKA TERZA TAPPA: UDA WALAWE – ELLA

Tempio del sacro dente a Kandy - Sri Lanka

SRI LANKA QUARTA TAPPA: ELLA – KANDY

4

Comments:

  • 30 Dicembre 2023

    Ho letto con curiosità questo articolo, non si legge spesso di viaggi in Sri Lanka. Ho trovato tutti i luoghi molto interessanti, i templi sono veramente metavigliosi!!

    reply...
    • Valentina

      2 Gennaio 2024

      È vero è una meta splendida, le persone sono cordiali, si trova del buon cibo e sia a livello naturalistico che culturale batte molti altri posti in cui siamo stati. La situazione politica del passato l’ha penalizzata ma il turismo è in grande crescita, meritatissimo.

      reply...
  • Libera

    31 Dicembre 2023

    Avete fatto davvero un viaggio magnifico e non mi dispiacerebbe visitare lo Sri Lanka il prossimo anno, dato che amo il Sud Est asiatico.

    reply...
    • Valentina

      2 Gennaio 2024

      Se come noi ami il sud est asiatico vedrai che lo Sri Lanka ti piacerà sicuramente. Anche noi lo avevamo sottovalutato finché non abbiamo trovato un volo ad un prezzo affrontabile e da lì ci siamo innamorati di questa stupenda isola già da casa.

      reply...

post a comment